13 ottobre, domenica sera alle Scuderie della Malaspina a Ornago (MB). Cala il sipario sui Campionati Italiani di Volteggio Equestre 2019. Siamo ormai all’imbrunire, con le prime ombre e i colori caldi della luce al tramonto, il complesso delle Scuderie della Malaspina appare ancor più seducente. L’atmosfera è quella della fine di una festa, tutti un po’ stanchi, ma anche soddisfatti. Il campo gara è ormai dismesso, è stato smontato il podio su cui sono saliti con orgoglio i nuovi campioni italiani di ogni categoria. Qualche luce comincia a spegnersi, al bar, nei box più lontani. È il momento dei saluti, delle pacche sulle spalle, degli abbracci affettuosi tra i concorrenti e gli accompagnatori. È il momento dei “ci rivediamo alla prossima gara!” e dei sospiri che si tirano alla conclusione di un duro lavoro andato a buon fine. È il momento dei “ora si comincia a lavorare per il prossimo anno…”.
Anche una perfetta luna piena aranciata che sale all’orizzonte saluta gli ultimi cavalli ormai caricati nei trailer pronti a partire.
Ora si possono tirare le somme, e i risultati sono veramente molto soddisfacenti. Il campionato è stato organizzato in modo impeccabile, location stupenda, nessun intoppo, tempi rispettati con puntualità teutonica. Collegio giudicante di altissimo livello, un numero di partecipanti di tutto rilievo. Anche le condizioni atmosferiche non potevano essere migliori.
I primi due giorni, giovedì 10 e venerdì 11 ottobre, come da tradizione, sono stati dedicati alle competizioni delle categorie ludiche F, L ed E, nelle quali si sono cimentati bambini e ragazzi la cui età variava per lo più dai cinque ai tredici anni. Nonostante ciò il livello espresso in alcuni casi è stato veramente strabiliante, con obbligatori molto validi e liberi che per originalità e figure acrobatiche potrebbero essere inseriti in uno show. Che si esibissero su pony o su cavalli, tutti gli atleti, dal primo all’ultimo, si sono dimostrati dei veri professionisti. La classifica finale ha confermato i risultati che si sono visti durante tutto l’anno agonistico, cominciato ai primi di marzo e continuato a ritmo serratissimo per tutta la primavera e l’estate fino alle battute finali di settembre. Tuttavia non è stata affatto una gara scontata, poiché erano veramente numerose le squadre che potevano seriamente ambire al podio. Nei due giorni di gara si sono susseguite rimonte e arretramenti, la bravura, ma a volte anche un pizzico di fortuna/sfortuna, hanno contribuito alla classifica finale. È anche questo il bello del volteggio!
Un momento particolarmente importante è stato quello dell’assegnazione del trofeo alla migliore scuola di volteggio relativamente alle categorie ludiche. Il trofeo, che va a premiare i risultati complessivi di un circolo, viene assegnato al club che risulta in testa in base alla somma dei due punteggi più alti ottenuti dalle proprie squadre in gara ai campionati, qualunque sia la categoria o il piazzamento ottenuto. Quest’anno la palma è andata all’ASD Circolo Ippico Corte ai Ciliegi di Lendinara (RO), diretta da Sara Belletti che ha raggiunto la vetta grazie ai piazzamenti delle sue squadre L (oro con 7,112) ed E (argento con 6,928). Congratulazioni e complimenti all’istruttrice e a tutto il suo gruppo che sono riusciti a piazzare tutte le loro squadre in gara nei primi quattro posti della classifica e ben quattro su cinque a podio.
Che la si guardi semplicemente come la festa conclusiva dell’anno di lavoro o come vetrina dove si possono cominciare ad individuare eventuali futuri campioncini, è indubbio che nel Campionato Categorie Ludiche emerge anche l’anima più sensibile e attenta al sociale del volteggio equestre, quella dove viene valorizzata l’inclusione e la solidarietà tra i ragazzi tramite la partecipazione alle gare di squadre integrate, formate cioè parzialmente o totalmente da ragazzi diversamente abili. Ben sei le squadre partecipanti alla categoria F integrata e una alla F open. Il volteggio è una specialità che permette di fornire ai ragazzi diversamente abili, oltre ad un indubbio aiuto dal punto di vista fisico-motorio, anche un sostegno psicologico tramite l’interazione con il cavallo e con tutti gli altri compagni di squadra. L’orgoglio e la determinazione con cui si presentano in campo, nonché l’impegno che viene da loro profuso si commentano da soli.
Prima di riportare come di consueto i podi delle varie categorie, ci soffermiamo un momento su una squadra che ci ha particolarmente colpito, anche se non è una di quelle premiate, il cui valore è talmente indubbio che non ha bisogno di commenti. Per The Vaulting Review il premio alla simpatia va sicuramente alla squadra F dell’Associazione Sughereta S. Vito di Monte S. Biagio (LT). I quattro allievi si sono cimentati nell’interpretazione della favola “I tre porcellini” e sono stati veramente divertenti e originali.
Di seguito riportiamo i podi delle varie categorie, mentre per le classifiche complete potete accedere alla nostra pagina dei risultati da qui.
CATEGORIA F
ASED LA FENICE: Ludovica Muraro, Flaminia Fabris, Giovanni Salardi, Emma Sattin, Elisabetta Cattani; longeur: Nelson Alcides Vidoni, aiuto Anna Cavallaro; cavallo Enna
ASD VOLTEGGIO I PRATI: Maria Mescalchin, Davide Sartorato, Lucia Mescalcin; longeur Cristina Virgili, aiuto Anna Coppiello; cavallo Samba Lady Gray
ASD CORTE AI CILIEGI: Elisabetta Arfiero, Giulia Ferrigato, Alice Palma, Giacomo Parente, Matilde Paiatto, Linda Fedozzi; longeur: Angela Occhialini, aiuto Longeur: Mariachiara Milan; cavallo Galeone

CATEGORIA F INTEGRATA
ASD CORTE AI CILIEGI: Lorenzo Pignata, Diana Pistello; longeur Angela Occhialini, aiuto Longeur: Mariachiara Milan; cavallo Galeone
SOCIETÀ IPPICA DEL BARDIGIANO: Anita Preti/Emma Preti; longeur Giulia Granaiola, aiuto Sara Caico; cavallo Luna
ASD EQUITAZIONE C.I.R.: Sofia Caramola,Anna Beninati; longeur Nicla Lari, aiuto Larissa Corsetti; cavallo Gaya

CATEGORIA F OPEN
CENTRO IPPICO ATTILIO: Matteo Ortolani; longeur Mario Santilli, aiuto Barbara Serra; cavallo Nuvola

CATEGORIA L
ASD CORTE AI CILIEGI 1: Amelia Rostellato, Benedetta Masieri, Ginevra Accardo, Aurora Bellinato, Matilde Resente; longeur Sara Belletti, aiuto Mattia Resente; cavallo Lumiere 16
ASD I PIOPPI: Giuliana Corradi, Veronica Grazioli, Chiara Fantuzzi; longeur Caterina Ancarani, aiuto Michela Callegari; cavallo Miss Picci
SCUDERIA IPPOGRIFO: Greta Criveller,Francesca Spetro, Cecilia Terrin, Linda Criveller; longeur Francesca Zorzetto, aiuto Rachele Tozzato; cavallo Nuvola del Prato Rotondo

CATEGORIA E
ASED LA FENICE: Ginevra Muraro, Luca Cengia, Alice Tien Di Gleria; longeur Nelson Alcides Vidoni, aiuto: Anna Cavallaro; cavallo Harley
ASD CORTE AI CILIEGI: Mariachiara Milan, Ambra Favaro, Agata Rostellato, Lorenzo Pignata; longeur Sara Belletti, aiuto Mattia Resente; cavallo Lumiere 16
LIBERAMENTE NATURAL: Mattia Mugnaini, Celeste Taddei; longeur Luisa Monico, aiuto: Mattia Mugnaini; cavallo Cranach’s

Se il campionato ludico è stato particolarmente scintillante, quello per le categorie agonistiche ha presentato purtroppo qualche zona d’ombra. La categoria D si presenta sempre “sana”, quella con il maggior numero di concorrenti. Nonostante le tante suddivisioni della categoria stessa, i podi sono stati quasi tutti completi. Moltissimi gli individuali e i pas de deux, ed anche le squadre si sono presentate in buon numero. Essendo la D il naturale preludio alla prima categoria completamente al galoppo, la C, nel complesso è di buon augurio. Un altro aspetto sicuramente positivo è la partecipazione di ragazzi, mai così numerosa. La scarsezza di elementi maschili è sempre stato un limite notevole al nostro volteggio, poiché questi sono pressoché indispensabili affinché squadre e pas de deux possano ambire ai livelli più alti.
In categoria C i numeri sfortunatamente cominciano un po’ a scendere, anche se è sicuramente incoraggiante la partecipazione agli individuali femminili e alle squadre. La speranza è che in breve le squadre D possano evolversi in C e le C in categorie stellate, perché in questo momento è in questo ambito una delle note dolenti del nostro volteggio.
Tra tutte le concorrenti che hanno gareggiato nella categoria individuale C, ne vogliamo ricordare una, Francesca Costantino (Le Perle Nere di Giuele). Anche in questo caso non è tra i vincitori, ma The Vaulting Review le assegna certamente il premio per il coraggio. Non è infatti facile trovare una ragazzina che “lascia” temi alla moda e lustrini che così spesso accompagnano il volteggio, specie nei giovanissimi, per affrontare ed interpretare tanto bene un tema impegnativo come la Shoah dei bambini.
La 1*, prima categoria internazionale, ricopre un ruolo veramente strategico per tutto il movimento. Innanzitutto è il trampolino di lancio per la categoria 2*, la massima per quanto riguarda Children e Junior, quella che permette l’accesso alle competizioni continentali e mondiali, quindi tutti i Children e Junior 1* sono degli “osservati speciali” su cui tutti ripongono grandi speranze ed aspettative, a cominciare dai detentori del titolo, ma non solo. Per quanto riguarda i senior, invece, essi costituiscono una base di appassionati veri, di quelli che non molleranno mai il volteggio e non se ne andranno in pensione, se non per “sopraggiunti limiti d’età” ;-). Molti di questi speriamo diventeranno istruttori e/o giudici, perpetuando e trasmettendo la loro passione alle nuove leve.
Quest’anno gli 1* erano veramente numerosi, ma erano tutti e solo individuali. La difficoltà per i vari circoli di costruire squadre di alto livello persiste in modo preoccupante: non c’è ricambio, non c’è competizione. È un po’ triste, peccato. La situazione nei 2* per certi aspetti è migliore, ma non tanto. C’è una squadra, quella di Icaro Blu (solo una, ma grazie al cielo c’è!), che ci piacerebbe vedere crescere ed affrontare avversari anche italiani. Pochissimi gli individuali maschili 2*, tra cui però spicca Edoardo Dall’Amico dell’ASED La Fenice (S. Martino di Buon Albergo – VR), che ha vinto il titolo ed è stato uno dei nostri migliori atleti dell’anno, classificandosi tra l’altro al quinto posto dei Campionati Mondiali Juniores di volteggio equestre, che si sono svolti lo scorso luglio ad Ermelo (NED). In campo femminile, una nota può essere letta in modo positivo: c’è stata vera battaglia tra le prime quattro posizioni, con continui cambiamenti nel ranking durante i tre giorni di gara. Alla fine le quattro concorrenti Giorgia Varisco (Club Ippico Monzese), Arianna Siliberti (Club Ippico Monzese), Giorgia Fanucci (Icaro Blu) e Silvia Damasco (Il Sagittario), l’ordine è quello della classifica finale, hanno ottenuto punteggi soddisfacenti e che differivano tra loro molto poco. Che sia finalmente giunto il momento in cui occorrerà veramente lottare fino all’ultimo con le unghie e con i denti per ottenere le qualifiche agli Europei? Lo stesso si potrebbe dire a proposito dei tre pas de peux in gara. Speriamo che sia l’inizio di un nuovo corso. Sempre in categoria individuale femminile 2*, ma senior, abbiamo il gradito ritorno alle gare di Rebecca Greggio (ASD Volteggio I Prati) che si è imposta nella categoria. L’augurio più sincero a Rebecca e ad Edoardo è che possano avere, il prossimo anno, grandi soddisfazioni in 3*.
Purtroppo proprio la massima categoria è stata quella che quest’anno ha sofferto di più. Sono rimasti solo tre individuali Valeria Tomei (ASD L’UNicorno), Lorenzo Lupacchini (Club Ippico Monzese) e Davide Zanella (ASD Circolo Ippico alle Noghere), nessuna squadra, nessun pas de deux. Dei tre solo Lorenzo Lupacchini ha partecipato ai campionati europei classificandosi per altro ottimamente al quinto posto. Ai campionati Italiani la sua vittoria era scontata, ma bisogna dargli atto che non si è trattenuto nelle performance eseguite, ha fatto vedere il meglio di sé e gliene siamo grati.
Per finire ricordiamo che il trofeo per la migliore scuola di volteggio italiana quest’anno è stato assegnato all’ASED La Fenice di San Martino di Buon Albergo (VR) diretta da Nelson Vidoni. I piazzamenti conteggiati per La Fenice sono stati quelli della squadra E (6.966), del pas de deux D formato da Lavinia Ferro e Prisca Fabris (7.150), di Chiara Tavoso nell’individuale 1* (6.972) e di Edoardo Dall’Amico nell’individuale 2* (7.421). Complimenti a tutto il team per l’eccellente lavoro.
Una piccola riflessione in chiusura. Ci piacerebbe pensare che i successi ottenuti negli ultimi anni a livello internazionale non fossero solo una meteora, un evento casuale e fortuito che ha portato alla ribalta l’Italia. Non vorremmo che l’enorme e faticoso lavoro che hanno fatto nel recente passato Anna Cavallaro, tutta la squadra del CIM senior e junior, Lorenzo Lupacchini e Silvia Stopazzini, per rendere “visibile” e temibile il volteggio italiano, andasse sprecato. Il desiderio fortissimo è, non solo che Anna ritorni presto a gareggiare, ma che ritornino anche Silvia Stopazzini, Giovanni Bertolaso, e magari anche Francesco Bortoletto, Yanik Chimirri e Isabella Spillantini, tanto per citarne alcuni, tutti atleti che possono ancora dare molto. L’appello che lanciamo è NON LASCIATE LORENZO DA SOLO! È un grandissimo atleta, ma un movimento non può essere sostenuto e portato avanti da un singolo.
Prima di elencare i podi delle categorie agonistiche, vogliamo concludere con un sorriso. Pubblichiamo con enorme piacere una “storiella” scritta da uno dei papà-volteggio che però preferisce rimanere anonimo. È dedicato a tutti, con l’augurio suo e di The Vaulting Review, che il nostro bellissimo sport cresca sempre in unità.

Dedicato a noi!

“Quando nelle vene scorre Volteggio e…Spritz!”

Nell’ “Oasi Boschetto”, “Il cavallo è vita”,
il nostro amico a 4 zampe non è mai alle “Sbarre”,
perché è “FeNice”!
…galoppa e corre nei “Prati” fino alla “Corte dei ciliegi”
Perché vedere “Attilio” e “Giuele” in “CIM”(a)
è una “Palestra vita” che rende “Fortezza”.
Ricordatevi sempre che si è davvero “Vitaly” solo
tra “i Pioppi” e “le Noghere” di “Pinerolo”…
e che come un “Icaro Blu”, si può salire sì fino
alla costellazione del “Sagittario”,
ma rischiando di schiantarsi in “Quattro ciocchi”
in caduta “Liberamente Natural”!

N.d.A.: forse qualcuno è stato dimenticato, ma non ce ne vogliate…
Alla fine del lungo weekend le energie poetiche erano ormai scarsine… e anche quelle fisiche!

 

SQUADRE D
LE PERLE NERE DI GIUELE: Vittoria De Sciora, Matilde Calcagno, Caterina Murineddu, Francesca Costantino; longeur Giulia Granaiola, cavallo High Dancer
ASED LA FENICE: Lavinia Ferro, Giorgia Salardi, Prisca Fabris, Eleonora Casali, Maria Cattani, Camilla Marchetti; longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Harley
ASD VOLTEGGIO I PRATI: Filippo Garbinetto, Aurora Dal Corso, Stella De Zanetti, Maria Vittoria Vanin, Beatrice Concina, Beatrice Callegaro; longeur Claudia Ulrike Petersohn, cavallo Renoir

PDD D
ASED LA FENICE: Lavinia Ferro, Prisca Fabris; longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Monaco Franze 4
CLUB IPPICO MONZESE: Tommaso Comi, Greta Gemignani; longeur Kevine Moneuse; cavallo Eburon
TEAM LE SBARRE: Gianna Bianchi, Sofia Ferri; longeur Vanessa Rossi; cavallo Furioso-122 Dzsambo

IND D Maschile under 12
TOMMASO NARDI – ICARO BLU – longeur Giulia Bardelli; cavallo Bambola
FILIPPO LO VALVO – ICARO BLU – longeur Giulia Bardelli; cavallo Bambola

IND D Femminile under 12
GRETA GEMIGNANI – CLUB IPPICO MONZESE – longeur Kevine Moneuse; cavallo Eburon
ASIA BUZZI – SOCIETÀ IPPICA DEL BARDIGIANO – longeur Kevine Moneuse; cavallo Eburon
GIORGIA SALARDI – ASED LA FENICE – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Harley

IND D Maschile
SAMUELE RAFFO – AMICO CAVALLO – longeur Laura Carnabuci; cavallo Lambic Van Strokappeleken
VITALY DAVIDE VERTUA – PINEROLO & G.I.R. – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Dante
FILIPPO ARENA – ICARO BLU – longeur Giulia Bardelli; cavallo Bambola

IND D Femminile
SOFIA FERRI – TEAM LE SBARRE- longeur Vanessa Rossi; cavallo Furioso-122 Dzsambo
MARGHERITA BARGAGNA – LIBERAMENTE NATURAL – longeur Luisa Monico; cavallo Cranach’s
LAVINIA FERRO – ASED LA FENICE – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Dante

SQUADRE C
ASED LA FENICE: Chiara Tavoso, Arianna Chincarini, Marika Anselmi, Mirko Sogliani, Anna Tavoso; longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Pablo Picasso
IL SAGITTARIO: Sara Fantauzzi, Federica Annibali, Silvia Damasco, Noemi Busichella; longeur Mauro Benvenuti; cavallo Le Mans
ASD IL CAVALLO E’ VITA: Alice Pagotto, Lisa Zampieri, Camilla Giacomel, Giorgia Marini; longeur Eliana Capovilla; cavallo Conguistador

PDD C
IL SAGITTARIO: Sara Fantauzzi, Federica Annibali; longeur Mauro Benvenuti; cavallo Le Mans

IND C Maschile
TOMMASO COMI – CLUB IPPICO MONZESE – longeur Laura Carnabuci; cavallo Filon
JAN STELLAHAEGI – IL SAGITTARIO – longeur Filippo Benvenuti; cavallo Ximel

IND C Femminile
ELEONORA CASALI – ASED LA FENICE – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Dante
VITTORIA DE SCIORA – LE PERLE NERE DI GIUELE – longeur Giulia Granaiola, cavallo High Dancer
GRETA CARDINI – ASD L’UNICORNO – longeur Silvia Lucchesi; cavallo Adonis

IND Ch 1* Maschile
ETTORE ARENA – ICARO BLU – longeur Giulia Bardelli; cavallo Bambola
ALESSIO QUATTROCIOCCHI – IL SAGITTARIO – longeur Filippo Benvenuti; cavallo Ximel

IND Ch 1* Femminile
MARIKA ANSELMI – ASED LA FENICE – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Monaco Franze 4
VITTORIA DINI – ASD L’UNICORNO – longeur Silvia Lucchesi; cavallo Adonis
ELENA CONTALDO – ASD I PIOPPI – longeur Michela Callegari; cavallo Burberry Spot

IND J 1* Maschile
TOMMASO SCLAUZERO – SCUDERIA LA FORTEZZA – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Monaco Franze 4

IND J 1* Femminile
ARIANNA DI PAOLA – CLUB IPPICO MONZESE – longeur Laura Carnabuci; cavallo Lambic Van Strokappeleken
ALESSIA GIORGIA BOVATI – CLUB IPPICO MONZESE – longeur Laura Carnabuci; cavallo Lambic Van Strokappeleken
NICOLE STRADA – SCUDERIA IPPOGRIFO -longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Pablo Picasso

IND S 1* Maschile
MIRKO SOGLIANI – ASED LA FENICE – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Dante

IND S 1* Femminile
CHIARA TAVOSO – ASED LA FENICE – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Monaco Franze 4
ARIANNA CHINCARINI – ASED LA FENICE – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Pablo Picasso
ILARIA MAGNANI – LE PERLE NERE DI GIUELE – longeur Giulia Granaiola, cavallo High Dancer

SQUADRA 2*
ICARO BLU: Francesca Colosimo, Giorgia Fanucci, Ettore Arena, Ginevra Coletti, Alena Falleni, Lidia Lombardini; – longeur Giulia Bardelli; cavallo Vezer

PDD 2*
CLUB IPPICO MONZESE: Arianna Di Paola, Alessia Giorgia Bovati; longeur Laura Carnabuci; cavallo Filon
IL SAGITTARIO: Silvia Damasco, Noemi Busichella; longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Monaco Franze 4
ICARO BLU: Francesca Colosimo, Alena Falleni; longeur Giulia Bardelli; cavallo Diablo the Legend

IND Ch 2* Femminile
GIADA SAMIOLO – CLUB IPPICO MONZESE – longeur Laura Carnabuci; cavallo Filon

IND J 2* Maschile
EDOARDO DALL’AMICO – ASED LA FENICE – longeur Nelson Alcides Vidoni; cavallo Monaco Franze 4
ANTONIO POPOLO – ASD L’UNICORNO – longeur Silvia Lucchesi; cavallo Adonis

IND J 2* Femminile
GIORGIA VARISCO – CLUB IPPICO MONZESE – longeur Laura Carnabuci; cavallo Rosenstolz 99
ARIANNA SILIBERTI – CLUB IPPICO MONZESE – longeur Laura Carnabuci; cavallo Rosenstolz 99
GIORGIA FANUCCI – ICARO BLU – longeur Elettra Lambardi; cavallo Bambola

IND S 2* Femminile
REBECCA GREGGIO – ASD VOLTEGGIO I PRATI – longeur Claudia Ulrike Petersohn; cavallo Emir Du Beaumont
GIULIA BORSARI – ASD I PIOPPI – longeur Michela Callegari; cavallo Dublin VDM
CATERINA ANCARANI – ASD I PIOPPI – longeur Michela Callegari; cavallo Dublin VDM

IND 3* Maschile
LORENZO LUPACCHINI – CLUB IPPICO MONZESE – longeur Laura Carnabuci; cavallo Rosenstolz 99
DAVIDE ZANELLA – ASD ALLE NOGHERE – longeur Emanuele Righetto; cavallo La Bandino

IND 3* Femminile
VALERIA TOMEI – ASD L’UNICORNO – longeur Silvia Lucchesi; cavallo Ducati

Classifiche complete.